Negli ultimi tre mesi, a partire dalla pandemia ed espandendosi nell'attuale ribellione, c'è stata una bella fioritura di mutuo soccorso. Questi progetti sono nati dai semi dell'assistenza collettiva già esistente. In effetti, il "mutuo soccorso" non è stato inventato dai teorici sociali radicali, anche se il geografo anarchico Peter Kropotkin ha dato il nome a questo impegno nel suo libro del 1902 Mutual Aid: A Factor of Evolution. È stata una pratica vissuta che si è protratta per secoli, perché la cooperazione reciproca, egualitaria, volontaristica funziona, il che era esattamente il punto di Kropotkin. L'aiuto reciproco, infatti, ci consente di fornirci reciprocamente la vita - non solo per sopravvivere, ma soprattutto per prosperare - contro le strutture disastrose di violenza e morte che ora vengono così fortemente messe alla prova.

Sorprendentemente, grazie alla resistenza infuocata per le strade degli ultimi tempi, stiamo vedendo il vecchio mondo iniziare a sgretolarsi più velocemente di quanto nessuno di noi avrebbe potuto immaginare. Tra le macerie di distrutti distrutti e auto poliziotto bruciate, le persone usano forme fantasiose di mutuo soccorso per prendersi cura l'una dell'altra in modi e su una scala anche inimmaginabili solo un paio di mesi fa. E non è solo in alcune grandi città già radicali. Questa rivolta e il mutuo aiuto che sorge intorno ad esso stanno avvenendo ovunque, a metà strada verso piccole città, sobborghi e villaggi, aree rurali e regioni, e anche lì l'aiuto reciproco è la chiave.

Eppure non tutti i posti sono uguali. Alcune città e comunità in tutta l'isola di Turtle — sia, diciamo, perché al centro della rivolta, sono sotto i riflettori dei media, o già disponevano di molte infrastrutture radicali — hanno sproporzionatamente grandi quantità di potere, materiali e denaro delle persone . Altri hanno poco o nessuno.

Fortunatamente, parte della bellezza del mutuo soccorso è la sua struttura rizomatica, che gli consente di crescere continuamente e in orizzontale in modo da supportare nuove possibilità continue di solidarietà sociale, dignità e libertà. Possiamo accrescere la nostra sensibilità non gerarchica diventando più interdipendenti, più cooperativi, connettendoci e condividendoli a distanza.

Vogliamo incoraggiare tutti gli spazi auto-organizzati, i progetti, le lotte sociali e i movimenti a ridistribuire radicalmente la nostra abbondanza collettiva di aiuto reciproco al di là delle nostre geografie immediate, e quindi coltivare anche relazioni più forti e persino legami d'amore in questo periodo di così tante promesse. Hai più di quanto hai mai sognato, ad esempio, nelle tue forniture mediche e nei fondi cauzione, per fare solo due esempi? Che ne dite di trovare comunità nella vostra regione o ecosistema che mancano di una o entrambe e di ridurne una parte? Sei in una piccola città che ha bisogno di provviste mediche e fondi di cauzione, eppure nessuno al di fuori della tua comunità lo sa? Come puoi “prenderti cura, prenderti cura” in modo da non fermarti ai “confini” della tua grande città?

Da parte nostra, il Mutual Aid Disaster Relief (MADR) è felice di collegare folx e mutuo soccorso ogni volta che è possibile. Se fai parte di un piccolo, emergente sforzo di mutuo soccorso che ha difficoltà a soddisfare le esigenze di sopravvivenza delle persone nella tua comunità, ti preghiamo di contattarci per il backup e il supporto a [Email protected]

Quindi rivolgiamoci l'un l'altro, in lungo e in largo, e chiediamo: "Cosa ti piacerebbe ricevere?" "Cosa potrei regalarti?" (o, "Ecco cosa potrei regalarti!"), e "Come possiamo trovare e aiutarci reciprocamente, amico?"