Siamo uno sforzo di soccorso alimentato dalle persone. Se aspettiamo il governo o altre grandi istituzioni, potremmo non sopravvivere alle acque di inondazione che minacciano di annegarci tutti. Noi gente dobbiamo aiutarci a vicenda.

Sei pronto a unirti ai fronti del movimento per la giustizia climatica? Dai un'occhiata al nostro pacchetto di benvenuto:

Pacchetto di benvenuto di soccorso in caso di disastro reciproco 2018

Puoi anche iscriverti ai nostri aggiornamenti via e-mail come segue questo link.

Hai un'abilità o un interesse (progettazione grafica, contabilità, social media, falegnameria, consulenza, ecc.) E vuoi utilizzarla per le iniziative di soccorso di emergenza basate sulla solidarietà di base? Dicci!

È possibile inviare un'email a [Email protected] per farci sapere come vuoi essere coinvolto.

In solidarietà,
Aiuto in caso di disastro

Ps I siti di disastri hanno il potenziale per essere intrinsecamente non sicuri. Possono contenere minacce fisiche alla salute e al corpo, traumi emotivi e relazioni sociali tese o frammentate. Chiediamo a tutti coloro che sono coinvolti nella risposta alle catastrofi della comunità, sia i volontari locali e non locali, i coordinatori e i membri della comunità partecipanti - di essere proattivi nel creare un'atmosfera di supporto in cui sia garantita e convalidata la sicurezza fisica ed emotiva degli altri. Nel contesto instabile e di grande stress del disastro, in cui le persone si incontrano al di fuori delle normali relazioni sociali, è facile fraintendersi. Pertanto, è essenziale essere più esplicito e più attento nel garantire che tutte le nostre relazioni siano consensuali

Volontari e partecipanti alla comunità lavorano insieme sulla base del consenso reciproco e attivo.

  • Tutti i volontari e i partecipanti alla comunità devono rispettare i confini fisici e sessuali delle altre persone.
  • Chiedi esplicito consenso verbale prima di toccare qualcuno. Il consenso include chiedere, ascoltare e rispettare; non include coercizione, aspettative o ipotesi.
  • Non assumere mai il consenso, soprattutto se è implicato l'uso di droghe / alcol. Le persone altamente intossicate sono sempre considerate non consenzienti.
  • Gli autori di violenze e molestie sessuali non sono i benvenuti negli spazi e nelle attività di volontariato e verrà chiesto loro di abbandonare tali spazi e attività. La violenza sessuale di un volontario è motivo per porre immediatamente fine alla relazione del volontario con il soccorso in caso di disastro.
  • La presenza di un autore non dovrebbe ostacolare la partecipazione dei sopravvissuti alle attività di volontariato. Mutual Aid Disaster Relief invita i sopravvissuti a contattare i Mutual Aid Disaster Relief Advocates Ellen Zitani (646) 600 1039 o Stephen Ostrow presso (727) 452 5710 per discutere di come possiamo supportarvi.
  • Volontari e membri della comunità hanno il diritto di lasciare situazioni in cui si sentono minacciati. Lavoreremo con le persone per cercare alternative in cui si sentano al sicuro.

Il mancato rispetto di queste linee guida e di altre gravi violazioni della sicurezza dei volontari o della comunità può comportare la "dissociazione gratuita" della persona che viola il reato da tutti gli spazi di soccorso in caso di disastro, compresi alloggi per volontari, punti di distribuzione, siti di lavoro o altre attività e risorse degli spazi operativi .